Fondazione Omiccioli


Vai ai contenuti

Biografia

Alfonso Omiccioli

1921 - Il 7 luglio nasce da Abilio e Zelinda, ultimo di sei figli, a Roma in Via Flaminia 71.

1930 - Con i fratelli Giovanni, Silvio e Arnaldo, dopo la scuola lavora nella bottega del padre, imballatore di opere d'arte, in Via Margutta 86.

1939/1943 - Viene chiamato alle armi in aviazione e poi tra i paracadutisti a Rimini.

1945 - Finita la guerra, congedato, torna a lavorare nella bottega del padre e tramite il fratello, Giovanni, ormai pittore affermato, conosce e frequenta il mondo dell'arte e della cultura"……conobbi tanti artisti della vecchia scuola, ricordo Dossena, Carlandi, Issupof….e della nuova generazione De Chirico e il fratello Savinio, Mafai, Carrà, Guttuso….. " .

1948 - Conosce Livia Bigozzi e inizia una unione che durerà più di cinquant'anni e con la quale avrà cinque figli.

1953 - Come imballatore lavora alla mostra di Picasso a Roma, poi trasferita a Milano, e nell'occasione conosce l'Artista.

1955 - Inizia a dipingere e dice "……di giorno lavoravo in bottega e la sera, dopo cena, in cucina tiravo fuori tutto e cominciavo a dipingere…."

1958 - Mostra Nazionale di Pittura " Premio San Remo".

1959 - Partecipa alla IV Mostra D'Arte Contemporanea "Città di Termoli".
Insieme al fratello Giovanni partecipa alla VIII Quadriennale Nazionale D'Arte al Palazzo delle Esposizioni a Roma.

1963 - Mostra Nazionale di Pittura " Premio Genazzano".

1967 - Premio alla Mostra Nazionale Naifs Italiani a Luzzara (dove è invitato anche nel 1968 e 1969).

1968 - Invitato alla VIII Biennale Arte Sacra a Bologna.

1969 - Prima mostra personale ad Arezzo alla Galleria "Monaco".

1971 - Mostre personali a Bari allo "Sporting Club", a Roseto Degli Abruzzi, a Pescara alla "Galleria Salotto" e a Bagheria, città natale di Guttuso, alla Galleria "Valguarnera".

1972 - Premio Decennale Europeo di Pittura, Roma. Mostre personali a Cagliari alla Galleria "La Tavolozza" e a Nuoro a "La Piccola Barcaccia".

1973 - Medaglia D'Oro alla terza " Rassegna Nazionale Arte Contemporanea" del Comune di Foggia. Personali alla Galleria "Davanzati" di Firenze e in Sicilia a Palermo e Siracusa.

1974 - Il fratello Giovanni chiede di vedere le sue opere e lo presenta sul catalogo della sua prima mostra romana a "La Bottega di Emilio" in Via Margutta 86, il vecchio laboratorio artigianale del padre trasformato in Galleria d'Arte agli inizi degli anni settanta.
Visita Parigi. Sarà un viaggio che lo segnerà molto e che darà inizio ad una serie di opere importanti che gli varranno il premio " Foyer des Artistes" .

1975 - Si dedica quasi esclusivamente alla grafica, serigrafie, litografie e incisioni. La Casa Editrice "Arte Nuova" di Iesi gli commissiona una serie di opere grafiche che faranno parte di una mostra personale di sola grafica per la fine dello stesso anno alla Galleria "La Bottega di Emilio" a Roma.

1976 - Espone nuovamente ad Arezzo al "Circolo Artistico", a Palermo al Centro D'Arte " La Bussola ", a Pescara alla Galleria "Michelangelo" e a Bari al "Circolo Della Vela".
Zurigo, Premio Internazionale " Ercole d'Oro" per le Attività Economiche.

1977 - Roma, Premio Europeo dell'Arte. Espone a Torino, Reggio Calabria e a Ustica, luogo caro al fratello Giovanni, alla "Bottega d'Arte Bertucci".

1978 - Personale alla storica Galleria d'Arte "Zizzari" in Via Margutta a Roma.

1980 - Roma Premio al Mid-Times International per le Arti e la Letteratura.

1982 - Con gli inseparabili amici Loris e Giuliana fa un viaggio in Olanda con tappe a L'Aia, Amsterdam ed altre città. Si fa sosta di un giorno a Delft per ritrarre i " Mulini a vento " che lo hanno particolarmente colpito. Come Parigi nel '74 il viaggio sarà fonte di ispirazione per una serie di quadri.

1983 - I fratelli Russo, i mercanti d'arte di tutti i maggiori artisti dello scenario pittorico romano e nazionale, tra l'altro anche di Giovanni Omiccioli , gli organizzano una Mostra Personale nella loro Galleria in Piazza di Spagna per l'anno successivo.

1984 - La Gallerista e pittrice austriaca, Gertrude Promitzer, organizza in Svizzera, a Basilea, la prima Mostra Antologica di Alfonso Omiccioli.
Premio "SUHA " alla " Seconda Rassegna per l'Integrazione Sociale" Roma.

1985 - Comincia ad avere problemi di salute che daranno inizio ad un lento calvario che, pur continuando, causeranno un forzato rallentamento della sua produzione pittorica.

1986 - Il Comune di Faenza organizza una mostra Personale alla Galleria "Voltone".

1994 - Illustra il libro di Giuliana Gargano " I Prerampanti " le vere origini delle grandi famiglie italiane, Edizioni "Il Ventaglio".

1995 - Dona alla Chiesa dei Miracoli a Piazza del Popolo a Roma " Il Cristo Blu", opera di intenso significato religioso oltre che sociale.

1997 - La Galleria "Edarcom Europa" a Roma organizza una mostra Antologica. Sarà la sua ultima esposizione.

2004 - Il 16 agosto si spegne a Roma.

2014 - La famiglia dona due opere per la riapertura, dopo il restauro, del Museo Civico Comunale di Monteleone di Spoleto.

2015 - Viene costituita l'Associazione Culturale "Fondazione Omiccioli" che promuove, come primo atto, una mostra commemorativa di Alfonso e Giovanni Omiccioli al Museo Civico "Umberto Mastroianni" di Marino, Roma.


Home Page | Chi Siamo | Alfonso Omiccioli | Giovanni Omiccioli | Galleria | Servizi | Eventi | Contatti | Convenzioni | Archiviazione | Area riservata | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu